Il miglior cms

La scelta del CMS (Content Management System) è uno dei passi più importanti per pubblicare su internet.
Che si tratti di un blog personale o di un'azienda di e-commerce, la scelta del sistema con il quale gestire i contenuti ha rilevanti conseguenze nel breve, nel medio e nel lungo termine che devono essere analizzate con grande attenzione, pena gravi pentimenti o dolorosi e costosi cambiamenti in corso d'opera.
Iniziamo con il dire che non esiste "il miglior CMS" per tutte le esigenze. La scelta dipende dagli obiettivi e dalle strategie legate al sito web.
Mi focalizzerò dunque sulle tre opzioni prese più frequentemente in considerazione.

Wordpress

Nato come piattaforma open source per blog, è divenuto ai nostri giorni un sistema di gestione di contenuti abbastanza complesso e in grado di gestire molte esigenze.

vantaggi

Molto semplice da installare e configurare, consente di essere online con un blog completo di tutte le più importanti funzionalità in pochi minuti. L'estensione delle funzionalità è altrettanto semplice grazie ad un numero enorme di plugin in grado di gestire le più comuni esigenze.

svantaggi

Qualsiasi anche minima personalizzazione o funzionalità che non sia prevista dai plugin richiede un importante lavoro di programmazione da parte di sviluppatori esperti della piattaforma. Nello specifico wordpress è decisamente carente per piattaforme di informazione, educazione ed e-commerce che richiedano una classificazione complessa dei menu e contesti di accesso al sito. E anche quando esistono plugin per specifiche esigenze non sono infrequenti bug e inaccuratezze che non possono essere corrette facilmente. Risulta pertanto indispensabile testare i plugin in siti non in produzione e leggere con attenzione la documentazione e le segnalazioni di bug e problemi di ogni genere.

Joomla!

Decisamente più ricco e complesso, Joomla! è open source ed è nato come CMS e dunque consente configurazioni e personalizzazioni più articolate di wordpress. Per l'e-commerce è disponibile una importante estensione chiamata Virtuemart che consente di mettere in piedi un negozio on line in modo relativamente semplice.

Vantaggi

È un CMS completo di tutte le funzionalità con una enorme comunità di sviluppatori in grado di lavorarci per personalizzazioni di ogni genere.


Svantaggi

Risulta a volte non intuitivo e talvolta confuso nella configurazione e nell'utilizzo di alcune funzionalità. Molti sviluppatori sono piuttosto frustrati da un codice poco lineare e di difficile mantenimento con il rischio di trovarsi a dover gestire malfunzionamenti imprevisti e di difficile soluzione.

Drupal

È di gran lunga il CMS open source più completo e articolato esistente che possiede, grazie al numero infinito di moduli aggiuntivi, tutte le funzionalità che si possano richiedere ad una piattaforma di gestione di contenuti. Più che un CMS, Drupal può essere considerato un Framework, cioè una struttura multipotenziale con la quale è possibile costruire qualsiasi cosa. L'ultima versione rilasciata (Drupal 7) ha superato alcuni problemi esistenti nelle versioni precedenti e, nello specifico, è già pronta per ospitare i moduli di e-commerce. Il sito più famoso realizzato con Drupal è il sito della presidenza degli Stati Uniti (The White House).

Vantaggi

Con Drupal è possibile personalizzare il sito in modo molto articolato e complesso senza aggiungere una sola riga di codice. La sua struttura interna consente di utilizzare una interfaccia grafica di amministrazione con la quale si possono configurare praticamente tutte le funzionalità richieste ad un CMS. Alcuni moduli, da alcuni chiamati super-moduli, consegnano al sistema la possibilità di gestire funzionalità molto avanzate, che con altri CMS sono gestibili solo con una estesa programmazione, grazie a dei semplici click di configurazione.
Il codice di Drupal è brillantemente organizzato e i programmatori che ci lavorano sono in genere molto esperti.

Svantaggi

Proprio perché Drupal è un sistema di grande complessità con un controllo completo di tutti i dettagli, a volte risulta incredibilmente ostico e complicato per creare banalissime funzionalità che sarebbero immediatamente a portata di mano con Wordpress o con Joomla!. Per questa ragione ha la fama di essere amato solo dai programmatori e di spaventare dilettanti alle prese con il fai da te.

Un altro svantaggio è rappresentato dal notevole impegno di memoria e da requisiti di sistema non sempre reperibili nei comuni hosting.

Conclusioni

Per creare blog senza funzionalità complesse, quindi senza e-commerce e senza articolate divisioni interne di sezioni, e quando non si abbia bisogno di creare database e gestionali interni, bisogna rivolgersi decisamente a Wordpress.

Per siti di informazione, di educazione o di e-commerce con una considerevole complessità, utilizzo personalizzato del database, rivolgersi a Joomla! o Drupal.

Per siti di e-commerce, decisamente complessi o con i quali si intende incrementare nel tempo le funzionalità e creare personalizzazioni importanti, soprattutto se implicano un significativo ricorso a programmatori professionisti, Drupal è decisamente la prima scelta.


Il self-help basato sulla mindfulness
e la terapia cognitivo comportamentale di terza generazione

Psicologia digitale

EBOOK

Negli ultimi 15 anni sono avvenuti cambiamenti epocali nel modo di comunicare tra gli adolescenti. Internet e i social network sono aspetti imprescindibili del loro mondo e possono diventare una risorsa straordinaria anche per affrontare i loro problemi. Psicologia digitale è la psicoterapia del futuro (e già un po' del presente) per gli adolescenti in crisi o in difficoltà.

3,99 €

Pages

Il tuo carrello

Your shopping cart is empty.