LibreOffice: correggere errori comuni con trova-sostituisci

di Bruna Mazzeo

Indice

1. I comandi per la correzione automatica
2. Correzioni rapide senza espressioni regolari
3. Esempi di correzioni automatiche con l’uso delle espressioni regolari
4. Accettare o rifiutare le modifiche

Capitolo 1. I comandi per la correzione automatica

Prima di iniziare a correggere un testo, è utile barrare le voci Modifica>Modifiche>Mostra e Modifica>Modifiche>Registra: in questo modo avrai la possibilità di vedere graficamente le correzioni effettuate, di accettarle o rifiutarle.

Dopo aver effettuato questa operazione, puoi passare alla correzione del testo.

Refusi piuttosto comuni riguardano punteggiatura e spazi, non sempre visibili a un’occhiata veloce. Pertanto, ci si può avvalere del preziosissimo comando “Find and Replace” (Trova e Sostituisci), che puoi trovare attraverso il comando Modifica>Trova e Sostituisci... e che, tuttavia, deve essere usato con criterio e seguendo delle semplici regole.

Ogni software di scrittura prevede delle espressioni “jolly” (o anche dette regolari), che possono essere inserite al posto di qualcos’altro.

Per visualizzare l’elenco completo delle espressioni regolari, basta cliccare sulla Guida (?) di LibreOffice Writer e cercare “Espressioni regolari”.


Capitolo 2. Correzioni rapide senza espressioni regolari

Non sempre è il caso di utilizzare le espressioni regolari.

Spesso capita di trovare un segno di punteggiatura preceduto da spazio. In questo caso basta cercare “spazio punteggiatura”e sostituirlo con il solo segno di punteggiatura.

Piaga della scrittura italiana è il perchè, che va sempre sostituito con perché.

Quindi:

Find “perchè”>Cerca tutto...

Replace “perché”>Sostituisci tutto...

Se volessimo controllare che nel documento non ci siano due spazi, basterebbe inserire nella voce Find “spazio spazio” e nella voce Replace “spazio”. In tal modo tutti i doppi spazi saranno sostituiti con un solo spazio.

Il comando “Find and Replace” può essere usato per ricercare ogni sorta di errore, sia utilizzando le espressioni regolari, sia in maniera più semplice. Se ci rendiamo conto che un determinato errore si ripete più volte nel testo, meglio controllare tutto l’elaborato, in maniera rapida ed efficiente.

Es:

l’autore non è solito inserire la virgola prima del “ma”

Find: ma

barrando la voce Modifica>Trova e sostituisci...>Ricerca esatta

In questo caso meglio non effettuare la correzione automaticamente per tutto il testo, ma valutare caso per caso, perché qualche virgola potrebbe già essere presente.

Capitolo 3. Esempi di correzioni automatiche con l’uso delle espressioni regolari

Per utilizzare le espressioni regolari, invece, al momento della ricerca e della sostituzione bisogna barrare la voce Altre opzioni>Espressione regolare.

Ad esempio, se dopo il segno di punteggiatura non si desidera alcun carattere, ma uno spazio, basterà cercare “segno di punteggiatura([:alnum:]+)”.

[:alnum:] è un’espressione “jolly” e indica qualsiasi carattere alfanumerico, eccezione fatta per il punto, che essendo un carattere “jolly” di LibreOffice Writer, richiede un’espressione diversa, ovvero “\.([:alnum:]+)”. Il segno +, invece, indica che potrebbero esserci più caratteri.

La sostituzione si effettua con “segno di punteggiatura, spazio $1” ($1 indica un gruppo, che noi abbiamo creato con le parentesi tonde nel campo “Trova”).

La parentesi aperta deve essere preceduta da uno spazio e seguita direttamente dal testo, mentre la parentesi chiusa è preceduta da un carattere e seguita da uno spazio; lo stesso vale per la parentesi quadra, per le virgolette “alte” e per le virgolette «basse» (o caporali). Per correggere eventuali errori, basta cercare, ad esempio “(\()spazio([:alnum:]+)” e stostituire con “$1$2” e “([:alnum:]+)spazio(\))”, sostituendo sempre con “$1$2”.

Un altro errore piuttosto comune rigurda la “d” eufonica, cioè quella aggiunta alla preposizione “a” e alle congiunzioni “e” e “o”, quando sono seguite da una parola che inizia con la stessa vocale. Spesso, però, è utilizzata anche quando la parola successiva inizia con una vocale diversa.

In questo caso basta ricercare (dopo aver barrato la voce Altre opzioni>Espressioni regolari)

“(a)d ([eiou]+)”

“(e)d ([aiou]+)”

“(o)d ([aeiu])”

e sostituire con:

“$1 $2”

L’unica eccezione riguarda l’espressione “ad esempio”, ormai comunemente ritenuta accetabile. Dopo aver modificato tutte le espressioni precedenti, potrai ricercare:

“(a) (esempio)”

e sostituire con:

“$1d $2”


Capitolo 4. Accettare o rifiutare le modifiche

Per accettare o rifiutare le modifiche, dopo aver corretto il testo, hai due opzioni:

1. cliccare con il tasto destro del mouse sulla singola correzione e poi su “Accetta” o “Rifiuta”

2. cliccare su Modifica>Modifiche>Accetta o Rifiuta...>Accetta tutto oppure Modifica>Modifiche>Accetta o Rifiuta...>Rifiuta tutto

Il self-help basato sulla mindfulness
e la terapia cognitivo comportamentale di terza generazione

Pages

Il tuo carrello

Your shopping cart is empty.