Psicologia digitale

Alessandro Calderoni
EBOOK

In meno di quindici anni il mondo è profondamente cambiato grazie a internet e ha espresso la prima generazione di nativi digitali. Sono mutati: modalità e  velocità di circolazione dell’informazione;  grado di controllo e partecipazione che il singolo individuo ha sui media;  modalità di formazione dell’identità. La rete ha fondato un nuovo tipo di fiducia e conseguentemente un’inedita maniera di creare e gestire le relazioni interpersonali. Su questa base si fonda l’efficacia della psicologia digitale e dei suoi strumenti d’aiuto:  on line sono possibili interventi di counseling e/o terapia sincroni (chat e videochat) e asincroni (email e forum), per i quali gli adolescenti sembrano essere l’utenza elettiva.  In questo humus tecnico-culturale, nel 2010 ha visto la luce il progetto Zheng, il primo servizio pubblico e gratuito italiano per l’aiuto psicologico destinato ai teenagers su Facebook. L’iniziativa, ideata e condotta dall’autore di questo scritto, è stata finanziata dall’A.O. Fatebenefratelli di Milano (poi Asl Milano)e coorganizzata dal medesimo ospedale e dalla onlus Progetto Itaca. Il servizio è aperto agli utenti under 20 dal maggio 2011 e offre tre modalità di intervento: peer chat, expert chat ed email.  Nel primo anno di funzionamento, Zheng ha totalizzato quasi 900 utenti teen sul profilo Facebook e più di 700 fans over 20 iscritti alla pagina istituzionale, rispondendo a più di 500 chat, e 300 email. Su scala nazionale Zheng ha ispirato Social Net Skills - Youngle, un progetto partito da Regione Toscana e finanziato dal ministero della Salute in otto regioni. Oltre alla sua utilità immediata e diretta verso gli utenti, Zheng permette di studiare il profilo degli utenti, le modalità d’accesso preferite,  gli argomenti più discussi, le emozioni espresse, il vocabolario generazionale. Infine, attraverso survey on line, Zheng ha raccolto informazioni dirette su temi sensibili (sesso, stupefacenti e bullismo), aprendo a una successiva modellizzazione dei fattori di rischio.

“Psicologia digitale” Si divide in tre sezioni: la prima è teorica (chi sono i nativi digitali, come funzionano le nostre relazioni in rete, come sono cambiati i concetti di identità e fiducia), la seconda è pratica (come creare alleanza on line, quali stili terapeutici adottare, quali protocolli o step seguire e materialmente come operare) e la terza è analitica e contiene dati e risultanze dell’esperienza di Zheng (chi e come utilizza il servizio, come funziona, qual modello propone, quali le prospettive).


Scheda autore: 

3,99 €
EM_psicologia_digitale_130625.epub

Libri & ebook consigliati

Psicologia digitale

EBOOK

Negli ultimi 15 anni sono avvenuti cambiamenti epocali nel modo di comunicare tra gli adolescenti. Internet e i social network sono aspetti imprescindibili del loro mondo e possono diventare una risorsa straordinaria anche per affrontare i loro problemi. Psicologia digitale è la psicoterapia del futuro (e già un po' del presente) per gli adolescenti in crisi o in difficoltà.

3,99 €

Il tuo carrello

Your shopping cart is empty.

Articoli su Comunicazione, linguaggio